Io

Davide Romanò, pittore contemporaneo nato a Cantù nel 1981, ha ottenuto numerosi riconoscimenti e ha partecipato a molte mostre ed eventi, evidenziando la sua produzione come mezzo di indagine e esplorazione artistica. La sua arte riflette un’estetica complessa e profonda, che si rivolge alle emozioni e alle esperienze umane. Con una solida formazione artistica e un percorso di esibizioni significative, Davide Romanò si distingue come pittore contemporaneo per la sua capacità di raccontare se stesso e il mondo che lo circonda attraverso la pittura e l’espressione artistica.

Mi guardo allo specchio ogni mattina, la mia immagine non ritarda mai, è lì ogni volta, mi aspetta, simile ma ben diversa dalla proiezione della mia mente. In fondo anche lei mente: quella forma di luce riflessa è già persa, ma non me ne accorgo. Il tempo in fondo è un sogno.

Ogni volta dipingo e anche se dal vero traballo, fisso me su una tela. Un po’ mi vergogno di quella sfumatura che solo lì esiste. E’ così, da quanto ho ammesso di essere fragile, da quando, da ogni cosa, mi accorgo, di starne sempre un po’ fuori, non è facile gestire quella parte di me che non sa semplicemente riflettere la luce, la trattiene, la lavora, sente il suo sapore e la restituisce in colore.

Poche sono le cose che so ben spiegare, provo ad arrangiarmi, a gestirmi e forse son diventato bravo a mentirmi, per poter respirare, galleggio per ben qui stare.

Fisso lo specchio per trovare la ruga che fa nascere tutto questo, son diverso? Non credo. Perverso? Solo a volte spero. Bugiardo? Più che con gli altri, con me stesso, e questo è un mistero.

Dove nasce allora la voglia di raccontarsi su una tela, spogliarsi quasi ogni sera, non sono disperato, forse delicato, come il respiro, come quando arrivo al cuore e mi sento vivo.

Vorrei lasciarti senza fiato perchè è così che mi sento.”

Davide è così, la sua produzione è mezzo di indagine. Incontro e scontro, gabbia che imprigiona e prigione da cui fuggire. L’età avanza, le cose cambiano ma crescere con l’arte e nell’arte porta il fiorire di nuove esperienze che mescolano i ricordi alle prospettive per il futuro. Allora lo sguardo si rasserena ma è sempre fermo e deciso a non fermarsi mai, continuando a essere artefice di sentimenti che non vogliono rimanere ancorati al fondo dell’abisso. Davide Romanò è spirito libero e in quella notte di cielo dai tasselli blu porta la sua essenza. Noi non cresciamo, in assoluto, in sintonia con lo scorrere del tempo. Cresciamo a volte in una dimensione e non in un’altra, in modo discontinuo. Cresciamo in modo parziale. Siamo relativi. Siamo maturi in un ambito, infantili in un altro. Il passato, il presente e il futuro possono mescolarsi e trascinarci indietro, avanti o bloccarci nel presente. Noi siamo composti di strati, di cellule, di costellazioni. Così la scrittrice Anais Nin trasferisce i sentimenti contrastanti del crescere ricamando parole. Allo stesso modo Davide tesse fili che costruiscono una, dieci, cento possibilità di rappresentazione e manifestazione del principio di necessità interiore di raccontarsi.

Massimiliano Porro

BIOGRAFIA

Davide Romanò

nato a cantù il 05 agosto 1981

formazione scolastica

diploma maestro d’arte ISA di cantù

esibizioni

pubblicazione 2006 cinquantadue raccolta poetica gruppo albatros; Tremezzo Villa Mainona sett.2018; Milano “Premio Michele Cea” IV edizione sett 2019; pubblicazione catalogo Mondadori come ospite per premio Michele Cea;  Montecarlo Art Expo Gallery sett 2019; Montecarlo Bianco Scuro Art Contest set 2019; Como The Art Gallery mostra collettiva ott 2019; Genova selezionato come ospite per premio Michele Cea Art Genova feb 2020, comune di seregno commisiona affresco di Madonna in via cavour 21 mag 2020; asta benefica COVID presso ospedale San Anna Como con due opere entrambe battute “abbraccio” “Voragini”; premio eleutieri 2021; personale curata dal prof Egidio Eleutieri presso Galleria Sempione aprile 2022; entra a far parte nella galleria univocalartgallery feb 2023; menzione su marie claire maison con “ritratto” aprile 2023; spazio fase per bergamo brescia capitale della cultura giugno 2023; selezionato con “confessioni alla luna” per collettiva terme di como OTIUM curata da Luigi Cavadin giugno 2023; personale in Solis curata da Vanni Rinaldi settembre 2023; Arte Padova 2023; selezionato monzART 2023; Inizio collaborazione con AMERIGO CONCEPT STORE monza 2023; artista selezionato e rappresentato da galleria TESEO ARTE milano 2024; vendita sette opere e artista unico del ristorante TIGLI como 2024; commissione di 3 opere per THEPADELRESORT como 2024;