Attese

Ti parlerò di te

con questa grafia che pure tu farai fatica ad interpretare,

su questa linea grigia sottile che fai fatica a rispettare.

Te, eppure me

ma mi continui ad emarginare,

per scappare in tutte quelle cose che, fidati,

ti stanno pure male.

Non potrai mai smettere di farmi parlare

e criticare e giudicare

anche se tu pensi di non ascoltare

arriverà sempre un momento dove scrivendo,

anche male, mi basterà sussurrare

e allora rileggerai

e allora cercheraie

allora ti fermerai ad immortalare

il mio pensiero,

che non ascolti

eppure sai..

Dovresti sorvolare, non farti trovare,

ma nelle tue attese vorrai i tuoi spazi

come l’inchiostro fa con questi versi

e allora ti parlerò di te

con questa grafia che pure tu farai fatica ad interpretare,

su questa linea grigia sottile

che farai fatica a rispettare.

olio su tela 91×84

Lascia un commento