L’abbandono dell’uomo

L’abbandono dell’uomo

Pensieri confusi
sono colori scuri
rumore, sproporzione
l’ordine si scompone
creando nell’anima confusione.
L’uomo si e’ dimenticato di essere uomo
ma ne ha la presunzione.
Lui figlio della fortuna, della natura
che rinnega,
calpesta e consuma
non ne ha piu’ paura,
ha abbandonato la sua figura.
Questo e’ un uomo ora.
Io, mi siedo in disparte,
osservo e sogno
rifletto e scrivo
credo di essere vivo
ma ne faccio parte
come te, te e te…
Tu che ridi e ti credi diverso,
eppure sei in quel piccolo gesto,
che alla fine, forma l’universo .

olio su tela 64×83

Leave a Reply

Your email address will not be published.